GeoFluid 2018 e i prodotti DAT instruments

Si è da poco conclusa la fiera GeoFluid 2018 e per DAT instruments è stata molto positiva. Tanti i visitatori che hanno potuto toccare con mano i data logger dell’azienda Italiana e che hanno potuto porgere tutte le domande che volevano ai tecnici e ai commerciali. La gamma di data logger per jet grouting, perforazioni, scavi di diaframmi, CFA, GIN, pali valvolati, DAC test, deep mixing, soil mixing, DSM, vibroflottazione, idrofrese, prove Lugeon e indagini geognostiche ha molto colpito i visitatori grazie alla sua versatilità e alla qualità dei prodotti.

Si parte dal data logger più economico, ma non per questo di qualità inferiore, il JET SDP. Ci sono due versioni disponibili: il JET SDP / IB e il JET SDP / J. Si tratta di visualizzatori utilizzabili durante i lavori di perforazione o durante i DAC test. Nella versione / IB è possibile visualizzare i parametri in tempo reale e registrarli, mentre nella versione / J i parametri saranno visibili sul monitor in modo da corregge in tempo reale l’inclinazione dell’asta oppure la profondità del foro o la traslazione dell’asta. Il JET SDP / IB o il JET SDP / J non sono soltanto degli alleati per eseguire un ottimo lavoro, ma, anche dal punto di vista economico, permettono di rispettare un budget limitato pur mantenendo un livello di qualità molto alto.

Il top della gamma è invece l’innovativo DAT WideLog. Progettato e realizzato proprio dalla DAT instruments, questo innovativo data logger ha un monitor a colori e touch screen. È un prodotto versatile, estremamente resistente ed espandibile. Permette di visualizzare sull’ampio monitor molteplici parametri che verranno contemporaneamente registrati per poi essere analizzati e stampati in ufficio. Il monitor touch screen si può utilizzare anche indossando i guanti facilitando così il lavoro dell’operatore che potrà controllare nel più piccolo dettaglio ogni passo della lavorazione che starà eseguendo.  La memoria interna è di generose dimensioni e permette di eseguire diverse sessioni di lavoro i cui dati verranno poi trasferiti su qualsiasi dispositivo (PC, smartphone, tablet) tramite pen drive USB oppure tramite Internet. È proprio questa opportunità che porta i prodotti DAT instruments ad altissimi livelli di qualità ed innovazione. Infatti il DAT WideLog è dotato sia di porta Ethernet che di antenna WiFi per il collegamento alla rete, facilitando così ulteriormente la trasmissione dei dati registrati durante le sessioni di lavoro. Il data logger DAT instruments resta comunque estremamente resistente ed è stato progettato per funzionare anche in presenza di salsedine, temperature elevate o rigide, sabbia, acqua o condizioni atmosferiche estreme. Ma le innovazioni del DAT WideLog non finiscono qui. È infatti possibile, semplicemente acquistando il set di sensori corretto, adattare questo data logger ad ogni lavorazione. Con un solo data logger si potranno effettuare diverse applicazioni, avendo così un prodotto di qualità eccezionale, ma un risparmio economico non da poco. Questo prodotto può essere configurato dai tecnici DAT instruments anche da remoto e può essere supportato in teleassistenza anche per la creazione di funzioni personalizzate. I canali di ingresso, infatti, non hanno un numero limitato, ma sono espandibili tramite opportune schede di interfaccia prodotte dalla DAT instruments stessa in modo da poter aggiungere ulteriori parametri a quelli standard.

Tra il JET SDP e il DAT WideLog ci sono tutti gli altri data logger DAT instruments, dal JET 4000 AME al JET DSP 100,  progettati e realizzati apposta per poter accontentare ogni Cliente. Con una scelta così ampia e di qualità è impossibile non trovare il prodotto giusto!

DAT instruments, Geofluid 2018, planimetria, padiglione 1, corsia C, stand 167
DAT instruments, GeoFluid 2018, stand, jetgrouting, CFA, drilling dWalls, scavo di diaframmi, collage
DAT instruments, GeoFluid 2018, stand, jetgrouting, CFA, drilling dWalls, scavo di diaframmi
Posted in Notizie.