DAT instruments per il Çamlıdere Project


Articolo pubblicato sul sito “www.onsitenews.it”, Gennaio 2017.

Il datalogger JET SDP / IB è utilizzato per i sondaggi del terreno propedeutici la realizzazione di un acquedotto in Turchia finalizzato all’approvvigionamento di acqua potabile di Ankara.

I datalogger DAT instruments non conoscono frontiere. Anzi, è proprio la domanda internazionale ad assumere sempre più importanza per la progettazione e la realizzazione di strumenti in grado di coadiuvare e certificare l’attività di perforazione. Come nel caso della realizzazione di un acquedotto in Turchia: lo scopo del progetto è fornire acqua potabile alla capitale, Ankara, attraverso un tunnel di 31,6 km. L’acqua del torrente di Gerede, ramo del fiume di Filyos, sarà trasmessa alla diga di Çamlıdere. Il progetto comprende la realizzazione di tre comparti, di un impianto di aspirazione dell’acqua, di un impianto per il trattamento dei sedimenti e di vari canali compreso il principale che andrà a trasferire l’acqua dal Gerede Creek al bacino idrico di Çamlıdere. Il tunnel avrà un diametro di 4,5 m e garantirà una trasmissione di acqua con un flusso di 40 m³/sec. Il lotto in cui opera il datalogger DAT intruments è a carico dell’impresa Kolin İnşaat; la supervisione del progetto è affidata all’ente governativo turco State Hydraulic Works. Il datalogger JET SDP / IB è stato installato da personale tecnico italiano su una piccola sonda perforatrice, a sua volta montata su una TBM.

Il dispositivo è utilizzato dall’impresa per eseguire sondaggi nel terreno in cui si sta effettuando lo scavo dell’acquedotto, in modo da controllare eventuali anomalie geologiche. Utilizzato come strumento di sondaggio – in base ai parametri di perforazione quali coppia, spinta, velocità di rotazione, tutti registrati in relazione alla profondità – l’impresa è in grado di determinare la composizione del terreno e operare con cognizione di causa, prevenire danni agli strumenti di perforazione e verificare la correttezza del lavoro svolto in relazione alle esigenze specifiche del cantiere. Attraverso la misura in tempo reale dei parametri di perforazione, con il datalogger DAT instruments è possibile dedurre le caratteristiche geomeccaniche del terreno. La diagrafia restituita in funzione della profondità mette in evidenza le quote dei vari livelli stratigrafici del terreno. Per questo utilizzo la società lombarda mette a disposizione del mercato due tipi di datalogger: il JET SDP / IB utilizzato in questo frangente e il JET 4000 AME / J, più sofisticato e ampliabile con la funzione jet-grouting.

Il JET SDP / IB permette la visualizzazione sul monitor del datalogger, molteplici valori istantanei in funzione della profondità e il trasferimento dati su PC per archiviare, elaborare, esportare e stampare i rapporti dettagliati. I dati acquisiti dai datalogger vengono registrati sulle memorie interne e possono essere trasferiti su un computer provvisto di software JET S 104 (sempre di produzione DAT instruments) mediante cavo JET C USB o pendrive USB. Il software si occupa di organizzare i dati, di elaborarli, di tracciare a monitor tutti i grafici e le tabelle e anche della loro stampa. La società varesina offre anche una funzione per l’esportazione dei dati in Microsoft Excel. Schematicamente, il JET SDP / IB, tramite gli opportuni sensori, consente la misurazione e registrazione dei seguenti parametri selezionabili: profondità del foro (JET DEPTH); forza di spinta dell’asta (JET FORCE); velocità di traslazione dell’asta (JET DEPTH); coppia di rotazione dell’asta (JET TORQ); velocità di rotazione dell’asta (JET ROT); pressione fluido di perforazione (JET PRESS); data e ora di inizio e fine lavoro, durata; calcolo dell’energia relativa del terreno.

In caso di esigenze più complesse, DAT instruments offre anche la versione JET 4000 AME / J che, oltre ad assolvere alle funzioni già viste con il modello JET SDP / IB, presenta l’avviamento automatico della sonda all’inizio della registrazione e il blocco automatico al raggiungimento della profondità impostata. In opzione c’è anche il riconoscimento automatico del cambio asta con sospensione automatica della registrazione. Attraverso vari sensori, il JET 4000 AME / J consente la misurazione e registrazione di: profondità del foro (JET DEPTH); forza di spinta dell’asta (JET FORCE); velocità di traslazione dell’asta (JET DEPTH); coppia di rotazione dell’asta (JET TORQ); velocità di rotazione dell’asta (JET ROT); inclinazione del mast, assi X e Y (JET INCL XY); pressione fluido di perforazione (JET PRESS); portata e volume del fluido (JET FLOW); data e ora di inizio e fine lavoro, durata; calcolo dell’energia relativa del terreno; ingresso per ricevitore GPS.